info@roanaservizi.it      +39 0424 450154

La competizione iridata entra nel vivo con i quarti di finale

DELUSIONE PER LA SENIOR MASCHILE CHE PERDE CON IL CANADA E CORRERÁ PER IL QUINTO POSTO
A VALANGA INVECE LE AZZURRINE SI QUALIFICANO PER LA SEMIFINALE
GOLEADA IN DOPPIA CIFRA SULL’AUSTRALIA – DOMANI ARRIVA LA SPAGNA


SENIOR MEN. ITALIA – CANADA 4-5 (3-4, 1-1)
 
Italia. Facchinetti, Frigo; Pernigo, Berthod, Delfino, Crivellari, Covolo, Barsanti, Bellini, Baldan, Lettera, Ustignani, Comencini, Ferrari, Tombolato, Munari. All. Rela/Rigoni
 
Canada. Teed, Town; Henderson, House, Bennett, Power, Herder, Hammond, Furlong, Sonstelie, Evans, Meldensohn, Hatcher, Virtanen, Garb, Rhodes. All. Corbeil
 
Reti. pt: 1’32” Baldan (ITA) 4’54” Sonstelie (CAN) 5’26” Hatcher (CAN) 12’19” Delfino (ITA) 13’31” Berthod (ITA) 17’10” Rhodes (CAN) 19’00”Sonstelie (CAN); st: 5’01” Hammond (CAN) 13’23” Barsanti (ITA)
 
Asiago. Peccato! L’Italia butta al vento l’occasione per qualificarsi per una medaglia giocando una partita non all’altezza delle proprie caratteristiche e capacità, regolata di misura (nel risultato)ma nettamente nella sostanza in un match andato meritatamente alla nazionale della foglia d’acero che ha fatto la partita così come voleva.
Gara ad alta intensità, aperta nelle previsioniad ogni soluzione; Italia che non trova il giusto approccio alla partita, subisce troppi gol per una squadra che non ne fa molti e soprattutto non riesce a cambiare marcia durante la partita, quando avrebbe avuto anche le occasioni per farlo.
Dopo un minuto Italia che rompe il ghiaccio: Ferrari da destra sull’altro fronte per Baldan che serve il tiro assist verso la gabbia per Delfino di fatto anticipato nella deviazione dal difensore Henderson. Che non sarà impresa facile si vede però da subito; al 4’ canadesi in rete col tiro dal fondo di Sonstelie che Facchinetti allontana ma il pattino di Delfino devia il disco in rete. Trenta secondi ed arriva il raddoppio canadese: Rhodes serva da sinistra l’assist perfetto per la volée vincente di Hatcher praticamente aporta vuota. Italia che sbanda, accusando il doppio colpo; ci si aspetta una reazione che è solo di rabbia, poco di testa. All’11’ c’era forse un fallo di Barsanti non rilevato, scioccamente Hammond reagisce e si fa punire; nella stessa azione reiterate cariche su Berthod di Henderson. Altra penalità. In doppia superiorità l’Italia ha la ghiottissima occasione per rimettere l’incontro in linea di galleggiamento; e ci riesce. Prima Comencini serve per Delfino che piazza la rete del pareggio, poi ancora con l’uomo in più ancora Comencini che tira, Teed respinge corto e Berthod in agguato mette nel sacco il tapin.  Adesso ti aspetti il cambio di atteggiamento dell’Italia che non arriva, e così al 17’ Rhodes trova il pareggio sul primo palo di un Facchinetti non così reattivo. Poco dopo penalità per Berthod e così al 19’ in superiorità Sonstelietrova il diagonale vincente. La panchina azzurra chiama il timeout, richiama Facchinetti e manda in porta Frigo. Pausa. Alla ripresa delle ostilità di fatto però non cambia nulla; Frigo deve prima intercettare il disco per Herder e fermare poi il tiro di Furlong. Al 3’ penalità per Delfino; Frigo disinnesca Meldensohn ma successivamente subisce il diagonale da sinistra di Hammond. All’8’ Frigo bravo su House; al 10’ penalità (evitabile) di Munari ma l’Italia la supera indenne, anche grazie all’intervento decisivo di Frigo ancora su Meldensohn ed alla traversa che lo salva sulla conclusione di Hammond. Lo spazio per recuperare c’è ancora; infatti al 13’ Barsanti tocca in rete il tap in sulla respinta di Teed. Il forcing finale alla caccia del pareggio però non è lucido; al 17’ timeout della panchina azzurra per organizzare l’assalto finale.
Al 18’ Crivellari impegna il goalie canadese; ultima fiammata! Al 70” dalla sirena esce Frigo per il quinto uomo di movimento ma non accade nulla. Dopo i due argenti 2016 e 2017 amaramente l’Italia lascia la corsa per le medaglie; domani incontrerà la Colombia per il 5° posto.
"Ci eravamo abituati bene con gli argenti del 2016 e 2017 - sono le prime parole di coachRela -. L'Italia è una squadra che è cresciuta tanto, ma questo era un Mondiale in cui molti team si sono presentati maggiormente rinforzati e attrezzati rispetto agli altri anni. I quarti di finale sono sempre un bivio devastante: era una gara alla nostra portata, ma non siamo stati brillanti, determinati e affamati come sempre. Noi avevamo preparato tutt'altra partita, ma a questi livelli se sbagli paghi. Dispiace perché questo era un gruppo compatto di ragazzi meritevoli. Oggi siamo incappati in una serata storta per più aspetti: tattici, mentali e caratteriali. Nonostante questo abbiamo perso di un gol a testa alta". 
"Non sarà facile cercare il quinto posto, dobbiamo alzare la testa e andare avanti - spiega coach Rigoni -. Io ne ho fatti molti di Mondiali e arrivare a medaglia non è facile; quindi testa alta perché questo è un gruppo giovane che merita. Questo è lo sport, qualche sberla fa anche bene e fa parte del gioco. Il Canada ha vinto meritatamente, adesso abbiamo altre due partite da giocare, ma sono sicuro che la squadra reagirà perché ci tiene". 
 
I risultatidi oggi
 
Girone 17°/24° posto      Brasile – Polonia 1-0 tav.
                                            Irlanda – Slovenia 1-0 tav.
                                            India – Messico 0-11
                                            Gran Bretagna – Australia 6-3                                  
Girone 21°/24° posto      India – Polonia 1-0 tav.
Girone 9°/16° posto        Giappone – Slovacchia7-4
                                            Svezia – Cina 21-1
                                            Irlanda – Slovenia 1-0 tav.
                                            Lettonia – Germania 2-3
                                            Argentina – Cina Taipei 8-1
Quarti di finale                 Rep. Ceca – Usa 4-3 ot
                                            Spagna – Svizzera 1-2
                                            ITALIA – Canada 4-5
                                            Francia – Colombia 3-2
 
Il programma di domani
 
Girone 21°/24° posto      Roana ore 9.30                Australia – Slovenia 1-0 tav.
Girone 17°/20° posto      Asiago ore 8.00                Messico – Brasile
                                            Roana ore 8.00                Gran Bretagna –Irlanda
Girone 13°/16° posto      Asiago ore 9.30                Slovacchia - Cina Taipei
                                            Asiago ore 11.00              Cina – Lettonia
Girone 9°/12° posto        Asiago ore 12.30              Giappone – Argentina
                                            Asiago ore 14.00              Svezia – Germania
Girone 5°/8° posto          Asiago ore 15.30              ITALIA - Colombia
                                            Asiago ore 17.00              Spagna - Usa
19°/20° posto                   Roana ore 18.20              (perdente Messico-Brasile)–(perdente Gran Bretagna-Irlanda)
21°/22° posto                   Roana ore 19.50              India – Australia
23°/24° posto                   Roana ore21.20               Polonia - Slovenia
Semifinali                           Asiago ore 19.10              Francia - Canada
                                            Asiago ore 20.40              Rep. Ceca - Svizzera
 
 
 
JUNIOR WOMEN. ITALIA – AUSTRALIA 10-3 (5-1, 5-2)
 
Italia. Biondi, Pompanin; Di Tullio, S. Roccella, Terelle,Zecchin Ferrara, Barocci, R. Roccella, Guazzi, Piccinini, Dalla Ba’, Dibennardo, Pol, Mafucci. All. Mafucci
 
Australia. Bertless; Simeon, Fitzpatrick, Bonner, P.W. Allen, Biggin, Khvostenko, S.W. Allen, Daniels, Smith, Turner. All. Roberts
 
Reti. pt: 0’31” Bisi (ITA) 3’47” Zecchin Ferrara (ITA) 8’31” S. Roccella (ITA) 9’18” S. Roccella (ITA) 16’45” Daniels (AUS) 17’16” R. Roccella (ITA); st: 1’18” Piccinini (ITA) 2’16” Zecchin Ferrara (ITA) 8’12” Simeon (AUS) 9’16” Daniels (AUS) 9’38” Piccinini (ITA) 11’28” Bisi(ITA) 14’57” Piccinini (ITA).
 
Roana. Passeggia l’Italia nei quarti di finale contro un’Australia che è ben poca cosa e riesce solo a cercare di arginare lo strapotere incontrastato delle azzurrine che staccano un biglietto facile per la semifinale di domani;ma la Spagna sarà ben altra avversaria e serviranno atteggiamento e concentrazione ben diversi per puntare alla finale.
La cronaca. Passano solo 31” dal fischio d’inizio e la Roccella /Rebecca) serve dal fondo per la Bisi che apre lo score. Le australiane provano ad arginare come possono (lo faranno per l’intera gara) l’onda d’urto delle italiane che al 3’ raddoppiano con la Zecchin Ferrara. In campo c’è tutto tranne intensità, ma le azzurre hanno il controllo assoluto del gioco; al 7’ in superiorità (fuori Fitzpatrick) Italia che allunga grazie al tiro della Piccinini deviato in rete dalla Roccella (Sharon). Ci vuol poco per veder calato il poker tricolore con la Roccella (Sharon) che ruba un disco nella difesa australiana e fa secca l’estremo Bertless. Al 10’ arriva il primo tiro verso la Biondi firmato dalla Daniels. Al 16’ Australia in avanti con la Simenon che serve dal fondo per la Daniels lasciata sola che infila fra i gambali della Biondi la prima rete gialloverde. Meno di 30” e l’Italia ristabilisce le distanze con la Bisi che innesca Rebecca Roccella che conclude in rete.
Anche la ripresa ribadisce l’indiscusso predominio delle ragazze di coach Luca Mafucci(che avvicenda fra i pali la Biondi con la Pompanin) che aprono con la traversa della Mafucci (Aurora). Dopo 1’ Italia che chiude il set con la Piccinini che si inserisce e non lascia scampo alla Bertless. In rapida successione arriva anche la settima marcatura con l’assist della Terelle messo in rete al volo dalla Zecchin Ferrara. Al 7’ prima penalità azzurra (Dibennardo) sfruttata a dovere dalle australiane che accorciano con la Simenon. La risposta italiana (che pur non si danna certo l’anima) è il palo della Sharon Roccella ma poco dopo arriva una bellissima azione della Daniels (la miglior individualità delle gialloverdi) che conclude in rete con uno spettacolare pezzo di bravura. 20” e l’Italia risponde con l’incursione ed il tiro secco della Piccinini. A metà tempo altra penalità per la Dibennardo ma in inferiorità l’Italia non soffre ed anzi arriva la nona rete azzurra, firmata dalla capitana Bisi. Al 13’ Sharon Roccella colpisce la traversa sprecando un’occasione d’oro per andare in doppia cifra, cosa che fa un minuto più tardi, in situazione di penalità differita la Piccinini che chiude il tabellino della partita firmando il personale hat trick.
"Questo Mondiale sta andando abbastanza bene, abbiamo l'obiettivo di arrivare fino alla fine e piano, piano ci stiamo riuscendo - racconta la capitana Arianna Bisi -. Considerato che domani incontreremo la Spagna, sarà necessario evitare alcuni errori che invece abbiamo messo in pista oggi con l'Australia. Ma siamo un bel gruppo, compatto, e sono estremamente soddisfatta di esserne la guida".
 
I risultati di oggi
Quarti di finale:                Finlandia – Gran Bretagna 0-14
                                            Spagna – Nuova Zelanda 8-0
                                            ITALIA – Australia 10-3
                                            Cina Taipei – Colombia 4-0
 
Il programma di domani
Girone 5°-8° posto:         Roana ore 11.40              Gran Bretagna - Colombia
                                            Roana ore 13.10              Nuova Zelanda - Australia
Semifinali:                         Roana ore 14.40              Finlandia – Cina Taipei
                                            Roana ore 16.10              Spagna - ITALIA
 
Per consultare il calendario e i risultati del Campionato Mondiale:http://www.worldskate.org/inline-hockey/results/category/233-results.html
 
Tutte le gare sono trasmesse in live streaming su www.world-skate.tv
 
Foto di Roberta Strazzabosco e MaxPattis
 
Asiago/ Roana, 25 luglio 2018
 
Cesare Pivotto
Ufficio Stampa Mondiali Hockey Inline Asiago e Roana 2018
 
 

 
 

WORLD SKATE Inline Hockey World Championships Asiago Roana 14 th – 28 th July 2018